Riferimenti Normativi LEGGE 13 luglio 2015, n.107 - Percorsi di alternanza scuola-lavoro (commi 33-44) :

Per incrementare le opportunità di lavoro e la capacità di orientamento degli studenti, la legge rende obbligatori i percorsi di alternanza scuola – lavoro, estendendoli anche ai licei e fissandone la durata in un minimo di 400 ore nei tecnici e professionali e di 200 ore nei licei. I percorsi, riservati agli studenti del triennio della scuola secondaria di secondo grado, si attivano già a partire dall’a.s. 2015/2016. L’alternanza può essere svolta durante i periodi di sospensione delle attività didattiche anche con le modalità dell’impresa formativa simulata . La legge prevede inoltre che la formazione in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, da rivolgere agli studenti inseriti in percorsi di alternanza scuola – lavoro sia a carico delle scuole e sia realizzata sulla base di un apposito finanziamento del MIUR di 100 milioni di euro annui da ripartire tra le scuole a partire dal 2016. D’intesa con il MIUR, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e il Ministero dello Sviluppo economico, presso ogni Camera di Commercio è istituito il REGISTRO NAZIONALE PER L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO. I dirigenti scolastici individuano all’interno del registro le IMPRESE E GLI ENTI PUBBLICI E PRIVATI disponibili all’attivazione dei percorsi, stipulando apposite convenzioni finalizzate anche a favorire l’orientamento scolastico e universitario dello studente. I dirigenti scolastici possono stipulare analoghe convenzioni con MUSEI, ISTITUTI E LUOGHI DELLA CULTURA, UFFICI CENTRALI E PERIFERICI DEI BENI CULTURALI E DEL TURISMO. Possono concorrere alla realizzazione di percorsi di alternanza anche ISTITUZIONI FORMATIVE ACCREDITATE DALLE REGIONI. Ai Dirigenti Scolastici è affidato il compito di redarre la stesura di una scheda di valutazione finale sulle strutture convenzionate, in cui sono evidenziate le specificità del loro potenziale formativo e le eventuali difficoltà incontrate nella collaborazione.

Nell’ambito delle attività relative ai percorsi di Alternanza Scuola Lavoro, il Liceo “Morgagni” ha sottoscritto accordi e convenzioni con : 

Stage Studi sociali Weimar –EJBW; Laboratorio Robotica - Fondazione mondo digitale; Teatro dantesco - Associazione culturale Xenia;Associazione “Mirabilia Urbis;  professione di Guida Turistica a Roma; Robotica - Scuola Sup. Normale di Pisa; Scuola dei Prefetti Ministero dell' Interno; Imun – European Network; Festival delle luci di Pomezia - Associazione culturale Onlus "Opificio":  ; Istituto Sup. Sanità; Arbitro scolastico Volley - CT Roma Volley;  Attività museali di ricerca - Roma Capitale; Sicurezza negli edifici scolastici – Università “Sapienza”, Facoltà di Ingegneria; Voice-book Radio – Toolit;  Jedi4Job - Miur/USR Lazio; Simulazione di Impresa – Young Business Talents, Nivea; Progetto "Welc-Rome" percorso lavorativo nel sociale” della Polizia di Stato,  della Croce Rossa. italiana, dell' Associazione culturale “Questa è Roma” e dell’organizzazione scientifica internazionale SMIA;  AVIS; Università Roma Tre; Il Mondo dell'Editoria: "Monteverdelegge"; Myourjob, percorsi on-line di Orientamento al Lavoro;  CT Roma Volley; Ambasciata di Costa Rica: Diplomacy Education"; Centro di Ricerca “ENEA”.Banca Intesa San Paolo e Banca di Italia; associazioni sportive dilettantistiche di Roma; Istituto di fisica nucleare (IFN) di Frascati - Fondazione Mondo Digitale

Alternanza scuola lavoro per gli studenti che compiono esperienze di studio o  formazione all’estero  

Le esperienze di studio all’estero da parte degli studenti che frequentano la scuola secondaria di secondo grado sono state oggetto di chiarimenti uniformi nel tempo da parte del MIUR, tra i quali si ricordano la nota prot. n. 2787 del 20 aprile 2011 – Ufficio VI della ex Direzione generale per gli ordinamenti scolastici – Titolo V - e la nota prot. n. 843 del 10 aprile 2013, avente ad oggetto le “Linee di indirizzo sulla mobilità studentesca internazionale individuale”, alle quali in questa sede si fa espresso rinvio. In quest’ultima, in particolare, il MIUR ha avuto modo di precisare che, in linea con le Raccomandazioni e le specifiche azioni dell’Unione Europea, le esperienze di studio e formazione all’estero degli studenti sono considerate parte integrante dei percorsi di istruzione e formazione. Sono stati indicati, inoltre, alcuni suggerimenti e linee di indirizzo per poter facilitare la collaborazione tra le varie parti coinvolte e migliorare la qualità dell’offerta formativa, invitando le scuole a facilitare tali esperienze. La nota declina, inoltre, alcuni principi da poter prendere a riferimento anche al fine di orientare le istituzioni scolastiche nei percorsi di alternanza scuola lavoro. 

 

 

Navigazione del sito

PCTO